Appuntamenti sul territorio nel fine settimana

0
795
Castello di Pasturana

NOVI LIGURE

Giovedì 5 settembre alle 21, nella corte Villani in Via Mameli 10, per la rassegna nei cortili “Hortus Conclusus” sarà in scena la narrazione del Teatro degli Acerbi: “Pinin e le Masche”, di Luciano Nattino, liberamente tratto dal racconto di Davide Lajolo, con Massimo Barbero, regia di Fabio Fassio durata dello spettacolo: atto unico di 40′. “Pinin è un solitario abitatore dei boschi. Non torna più in paese da tempo. Ai pochi che riescono a trovarlo egli parla della sua vita, di un lungo viaggio, di un amore, di ricordi, di mondi possibili. E di “masche”, amiche e sconosciute, protettrici e crudeli.
Per incontrare Pinin è necessario andare nei suoi luoghi, che sono distanti dalla civiltà, dai rumori dell’oggi. Dunque occorre innanzitutto camminare per piccoli sentieri e poi attendere in un luogo specifico, tra il fitto degli alberi, prendendo posto attorno a una torcia. E, se non si è troppo rumorosi o curiosi, lui, Pinin, potrebbe arrivare. È brusco, selvatico, non parla volentieri ma, se gli prende la vena buona, può parlare a lungo. Le sue sono storie di alberi, di uomini, di un amore lontano. Sono anche storie di guerre, di ricordi, di viaggi, di fughe. E sono, soprattutto, storie di masche, storie di quegli esseri che proteggono, a modo loro, la terra”
.

PASTURANA

Si svolgerà nel campo sportivo, da venerdì 6 a domenica 8 settembre la 46° edizione della Sagra del Corzetto, una tra le più antiche sagre del territorio con  spettacoli, sport, musica, cultura, lotteria e cibo. Lo stand gastronomico sarà aperto tutte le sere dalle 19 e, domenica anche a pranzo dalle 12 e proporrà la ricetta tipica del territorio, il corzetto, condito con sugo di funghi o pesto, ma anche altri piatti della tradizione come i ravioli. Inoltre salamini e braciole alla piastra e naturalmente dolci; crèpes e frittelle.  il tutto accompagnato dai vini locali e dalla birra di Pasturana. Il programma prevede: venerdì dalle 21 ballo liscio con l’orchestra “Mondo di notte”. Sabato alle 17,  torna la consueta “Camminata di Settembre”, una passeggiata non competitiva a passo libero di 6 km;  a seguire, la 16° edizione del  Trofeo Ranapastu, la gara di retrorunning, una corsa all’indietro, di 1500 metri, che attira atleti da tutto il nord Italia. In serata si balla con l’orchestra spettacolo “Paolo Bagnasco”.
Domenica alle 15 appuntamento con la Speciale tombola di Tix:  “A toumbula da gnepa” , che tradotto significa “la tombola della faccia”, da un’idea del socio Tix che ha collegato ad ogni numero un personaggio, un mestiere, un evento davvero esistente o esistito in Paese e che è stato riprodotto graficamente da un altro socio. La serata danzante è affidata a “Emozioni Band” , chiuderà la Sagra l’ esibizione della scuola di ballo “Desire’ Adds Pasturana”.

Questa, come tutte le manifestazioni organizzate dalla pro loco, hanno esclusivamente lo scopo di recuperare fondi per promuovere il territorio e recuperare antiche tradizioni, tutto questo è possibile grazie all’impegno dei tanti soci, che in maniera del tutto volontaria prendono parte all’evento.

SAN CRISTOFORO

Prosegue venerdì 6 settembre, alle 21  al Parco del Castello “Attraverso Festival” con Federico Buffa giornalista e volto noto di Sky,  e il pianista Alessandro Nidi, in “Black Leather – due pugni guantati di nero ”. Una delle immagini famose del Novecento, è quella  datata 16 ottobre 1968, in cui Tommie Smith e John Carlos sono sul podio dei 200 metri alle Olimpiadi a Città del Messico, , con i pugni alzati, i guanti neri (simbolo del black power), i piedi scalzi (segno di povertà), la testa bassa e una collanina di piccole pietre al collo (“ogni pietra è un nero che si batteva per i diritti ed è stato linciato”). Smith e Carlos facevano parte dell’Olympic Project for Human Rights e decisero di correre alle Olimpiadi nonostante il 4 aprile Martin Luther King fosse stato assassinato (e molti altri atleti avessero deciso di non partecipare). Tommy Smith arrivò primo (stabilendo il nuovo record mondiale dei 200 metri), Carlos terzo.  Sul quel podio salì sul secondo gradino Peter Norman, un australiano che per solidarietà con i due atleti afro-americani indossò durante la cerimonia la coccarda dell’Olympic Project for Human Rights.

CASALEGGIO BOIRO

Sempre nell’ambito di Attraverso Festival, sabato 7 settembre alle 18  nel castello a
ingresso gratuito sarà la volta di Franco Cardini, studioso di storia medievale di fama internazionale. Cardini, che da oltre un trentennio si occupa di crociate, di pellegrinaggi, di rapporti tra la cristianità e l’Islam sarà  intervistato dal giornalista Gabriele Ferraris, la sua  lectio magistralis s’intitola: “In Terrasanta, invasioni, migrazioni e pellegrinaggi .  A seguire aperitivo offerto dalla cittadinanza di Casaleggio Boiro

PARODI  LIGURE

Si conclude domenica 8 settembre, alle 21 all’Abbazia di San Remigio la settimana di Attraverso Festival. Ospite è Massimo Cotto , giornalista musicale, che con Piero Sidoti  alla chitarra e voce e la musica e la sensibilità di  Gianmaria Testa, presentanoCol tempo, sai / Avec le temps “ uno spettacolo che rilegge, tra musiche e parole, le pagine più belle della  chanson  e della scuola genovese. In poco meno di due ore scorrono le immagini in bianco e nero della  rive gauche  esistenzialista di Saint Germain-des-Pres e del leggendario Tabou, di Juliette Greco e di Edit Piaf che cantava come “centodiecimila uccelli dall’ugola insanguinata”, di  Brassens, di  Brel, di Gainsbourg, “morto per aver bevuto troppe sigarette”, come scrisse Libération, e di Boris Vian che fondeva jazz e letteratura e immortalava la figura del disertore nella canzone di Francia. E poi, le canzoni che indossavano dolcevita neri e occhiali dalla montatura spessa, quelle scritte da Umberto Bindi, Luigi Tenco  e Gino Paoli, attorniati da quattro amici al bar e immersi in un mondo da cambiare. E poi, Fabrizio De Andrè e tutti gli altri, che hanno cantato Genova per noi che stiamo in fondo alla campagna, e la Parigi che non smette di brillare anche quando si addormenta.
L’evento è realizzato in collaborazione con Distretto Culturale Ambientale dell’Oltregiogo.

Ingresso con degustazioni enogastronomiche a cura della pro loco, 10 €