Gli Yo Yo Mundi in concerto per non dimenticare i martiri della Benedicta

La manifestazione sarà trasmessa domenica 7 giugno alle 10 su Facebook

0
380
La Benedicta.

Ogni anno, in occasione della Festa della Repubblica, l’Associazione “Memoria della Benedicta”, la domenica successiva il 2 Giugno, organizza un concerto nella area dove sorgono i resti della Cascina Benedicta.

BenedictaQui durante la lotta di Liberazione c’era il quartier generale della divisione “Mingo”. Alla Benedicta e nelle cascine della zona del Tobbio,  il 7 aprile 1944, durante un ingente rastrellamento i nazifascisti fucilarono 147 partigiani e altri caddero in combattimento; molti partigiani, furono catturati, alcuni vennero fucilati il 19 maggio al Passo del Turchino altri deportati nel campo di concentramento di Mauthausen.

Per ricordare l’eccidio di quei giovani eroi, l’Associazione Memoria della Benedicta, in collaborazione con il Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte propone un concerto del gruppo folk rock piemontese Yo Yo Mundi,  registrato in parte alla Benedicta e in parte in studio nei giorni precedenti.

Date le  misure di distanziamento sociale  l’evento verrà trasmesso alle 10 sulle pagine Facebook del Consiglio regionale, dell’Associazione della Benedicta e di Radio Gold, emettente locale della provincia di Alessandria.

La manifestazione, che invece sarà trasmessa in diretta, verrà introdotta da Daniele Borioli, presidente dell’Associazione Memoria della Benedicta che deporrà anche una corona di fiori alla memoria delle vittime dell’eccidio.
Sono previsti in apertura i messaggi di saluto videoregistrati del presidente del Consiglio, Stefano Allasia, del vicepresidente Mauro Salizzoni e, in chiusura, del sindaco di Alessandria e del presidente della Provincia.

Gli Yo Yo Mundi eseguiranno brani legati alla lotta partigiana come “Dalle belle città”, “Festa D’Aprile” e “Tredici”, la storia dei ragazzi della Banda Tom. Tra quelle di “speranza” non poteva mancare, mescolata alle loro “Casa del freddo”, “Chiedilo alle nuvole” e “Alla bellezza dei margini”, anche la celebre “Viva L’Italia” di Francesco De Gregori. Infine due canzoni inedite, “Spaesamento” e “Senti che silenzio”.

Foto Massimo Sorlino e album YoYo Mundi