Il Giorno del Ricordo a Novi Ligure

0
185

La Repubblica italiana ha scelto il 10 febbraio per celebrare il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe. Alle celebrazioni partecipa il Comune di Novi Ligure che, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra, ha organizzato  per venerdì 8 febbraio alle 9.30, nella Sala Conferenze della Biblioteca Civica in via Marconi 66, l’incontro: “Le fenditure del passato. Il giorno del ricordo e la storia italiana”.

Il commento sarà a cura di Claudio Vercelli, dell’Università Cattolica di Milano.

“Se si vuole designare con una espressione il fenomeno in quanto tale di cui andiamo parlando, è forse meglio rifarsi al verbo «infoibare» che indica il gettare, intenzionalmente, qualcosa o qualcuno all’interno delle foibe medesime. Soprattutto richiama, oltre al gesto nella sua evidenza ed eclatanza, anche la precisa volontà di occultare quel che viene buttato di sotto, dentro una fenditura della terra, una ferita che sembra fatta apposta per non rimarginarsi, celata allo sguardo, ma in qualche modo pulsante e dolente” – tratto del saggio “Il problema storico delle foibe” di Claudio Vercelli.

Al termine, intorno alle 11, in Piazza Pascoli dinnanzi alla stele in memoria delle vittime delle foibe, ci sarà la Cerimonia ufficiale di Commemorazione.