La celebrazione della Giornata della Memoria a Novi Ligure

0
313

Il 27 gennaio 1945 le truppe alleate entrarono ad Auschwitz. Per non dimenticare l’orrore del nazismo, il mondo libero ha scelto quella data per celebrare il Giorno della Memoria. Anche Novi Ligure ricorda con una serie di eventi in collaborazione con Isral, Istituto per la storia della Resistenza di Alessandria e sezione Anpi di Novi Ligure.

Venerdì 25 gennaio, alle ore 10, nella Sala Conferenze della Biblioteca Civica di via Marconi 66, si terrà una conferenza dedicata alle scuole superiori della città, aperta al pubblico, dal titolo “Per non dimenticare. La Shoah tra storia e memoria”. Relatori saranno Gennaro Fusco (edizioni Jocker) e Graziella Gaballo (ricercatrice Isral).

Il programma prosegue sabato 26 gennaio alle ore 18 con la Cerimonia dei Lumi, alla Chiesa della Collegiata in piazza Dellepiane. La manifestazione prevede l’accensione di lumi e la lettura dei nominativi in memoria dei deportati del novese.                            Al termine, in Via Cavour 67, sarà  deposto un mazzo di fiori davanti alla Pietra d’Inciampo istallata lo scorso anno dall’artista tedesco Gunter Demnig, dedicata al cittadino novese Silvio Salomon Ottolenghi.

Domenica 27 gennaio alle ore 21, la Basilica Santa Maria Maddalena di via Abba ospiterà il Concerto per il Giorno della Memoria, “Le candele della memoria”, musica e parole per ricordare, a cura di Musicanovi 2019, in collaborazione con la rassegna “Orchestra in Provincia 2019”. In programma musiche di Bach, Haendel, Rachel, Sciorilli, Piovani, Williams e musiche tradizionali ebraiche; molti degli arrangiamenti sono a cura del compositore e arrangiatore Stefano Cabrera. Voce recitante Flavia Barbacetto; quintetto d’archi dell’Orchestra Classica di Alessandria (violini Massimo Barbierato, Matteo Ferrario; viola Alessandro Buccini; violoncello Luciano Girardengo; contrabbasso Ferruccio Francia). Nel corso dell’evento, letture, tratte dal diario di Anna Frank, alternate a musiche di tradizione europea ed ebraica, in una serata di intima riflessione sul “tempo della follia”, uno dei crimini contro l’uomo senza pari nella storia dell’umanità. Ingresso serata a pagamento: biglietto intero euro 10, biglietto ridotto (under 16 e over 70) euro 5.

 Per informazioni: Biblioteca Civica tel. 0143 76246