Una conferenza per comprendere al meglio le opere della mostra “Sinibaldo Scorza (1589-1631). Genovese di Voltaggio”, inaugurata sabato scorso nel convento dei frati di Voltaggio. Oggi, alle 17, nello stesso convento, Maurizio Romanengo, curatore della mostra insieme ad Anna Orlando, sarà il relatore della conferenza dal titolo ‘L’Olimpo negli Appennini. Scorza e Voltaggio’. “La conferenza – spiegano dal Comune – con ingresso gratuito, farà legger in forma più ricca e piacevole le opere esposte nella mostra appena inaugurata che raccoglie oltre trenta opere, tra disegni, miniature e dipinti, insieme a una decina di oggetti e documenti intesi a illustrare le sue radici aristocratiche e il contesto storico in cui lo Scorza visse”.

L’Attraverso festival fa tappa all’abbazia di San Remigio, a Parodi Ligure, con la mostra d’arte contemporanea dal titolo “Opposte similitudini” che sarà inaugurata oggi, sabato 22 luglio, alle 17,30. Saranno esposte le opere degli artisti Valdi Spagnulo e Attilio Tono. La mostra è visitabile fino al 6 agosto e dal 2 al 17 settembre, dalle 17 alle 20.

Una vista del Forte di Gavi
Una vista del Forte di Gavi

Quella di domani, domenica 23 luglio, sarà una vista al Forte di Gavi davvero suggestiva: si potranno conoscere le tante leggende create nel tempo proprio sulla fortezza genovese seguendo il normale percorso interno. Una principessa, una giovane ma scaltra abitante di Gavi e un soldato saranno i protagonisti della visita guidata che farà rivivere tre epoche diverse della storia del simbolo gaviese. L’iniziativa si svolgerà al mattino e al pomeriggio accanto alla visita guidata tradizionale ed è organizzata da Bieffepi Eventi e Manifestazioni, in collaborazione con la direzione del Polo Museale del Piemonte. La prenotazione è obbligatoria: 349-4007604, [email protected]

Sempre a Voltaggio, domani, alle 17, domenica 23 luglio, nel giardino del municipio, la Biblioteca di Voltaggio organizza la presentazione del libro “Riflessioni di un camminatore su strade e sentieri”, scritto da Giancarlo Muià. Accanto all’autore, Mariolina Dominici Besio, già docente di Urbanistica all’Università di Genova. Letture a cura di Orietta Cagnana, del teatro Rina e Gilberto Govi.