A Voltaggio raccolta fondi per salvare uno dei quadri della Pinacoteca

L'associazione L'Arcangelo promuove “Adotta un dipinto”: servono 6 mila euro per il restauro della "Madonna con bambino e angeli"

0
1544
La Pinacoteca di Voltaggio
La Pinacoteca di Voltaggio

Alla tutela dell’arte in Val Lemme ci pensano i cittadini. Così come il Forte di Gavi, negli ultimi dieci anni, ha avuto nuova linfa grazie agli Amici del Forte, a Voltaggio la Pinacoteca, vero gioiello artistico del territorio, è visitabile grazie all’impegno dei volontari dell’associazione L’Arcangelo, che non si occupano solo di aprire e chiudere al pubblico la preziosa collezione di dipinti a tematica sacra custodita nel convento, ma anche di raccogliere fondi per i restauri delle opere.

Il dipinto "Madonna con bambino e angeli"
Il dipinto “Madonna con bambino e angeli”

L’associazione ha infatti promosso l’iniziativa “Adotta un dipinto”, in collaborazione con l’Ordine dei Frati Cappuccini di Genova, proprietario del convento, per raccogliere i fondi necessari per restaurare uno dei dipinti della collezione, la “Madonna con bambino e angeli”, olio su tavola opera di un allievo, rimasto ignoto, di Pietro Vannucci detto il Perugino, risalente probabilmente ai primi decenni del Cinquecento. “Il dipinto – spiegano da L’Arcangelo – potrebbe essere appartenuta già dall’inizio del XVII secolo alla comunità dei Cappuccini di Voltaggio e stabilmente conservata nel coro della chiesa del convento, dove è attualmente esposta”. Servono 6 mila euro per far tornare com’era un tempo il quadro.

“Attraverso la raccolta fondi – dicono dall’associazione – durante eventi pubblici, la ricerca di sponsor e l’eventuale partecipazione a bandi di fondazioni bancarie, auspichiamo di raggiungere la somma necessaria al restauro, che sarà affidato dall’Ordine a un laboratorio genovese sotto la direzione della Soprintendenza”. La tela, ricordano ancora da L’Arcangelo, è incentrata sulla figura della Madonna che sorregge tra le braccia il Bambino benedicente. È necessaria una approfondita pulizia per eliminare lo sporco e gli strati di colore aggiunti nel tempo. La Pinacoteca riapre il primo maggio aderendo alle Invasioni Digitali. Info: 347-4608672.