Cinque chilometri di barriere antirumore dentro la città di Tortona. Li prevede il Piano di risanamento acustico concordato dalla Regione con Rfi, con l’obiettivo di eliminare o almeno ridurre l’impatto rumoroso dei treni. A Tortona i pannelli saranno installati, a spese di Rfi, lungo la linea Milano-Genova e Alessandria-Piacenza percorrendo quindi tutta la città, dal quartiere Villoria sino all’uscita dal centro abitato, a fianco della strada provinciale per Genova. In totale, fa sapere Rfi, le barriere antirumore saranno installate per una lunghezza di circa 5 chilometri, con un investimento previsto di 19 milioni di euro. L’assegnazione dell’intervento è prevista nel 2020 e i lavori dureranno tre anni. Le ferrovie devono correre ai ripari sull’argomento per evitare sanzioni.

Ecco dove verranno installate le barriere

La scorsa estate, proprio a Tortona, precisamente nel quartiere Villoria, il rumore prodotto dal transito dei treni aveva superato i limiti di legge. L’Arpa aveva installato delle apparecchiature fonometriche in un’abitazione che avevano per l’appunto rilevato emissioni fuori norma nel periodo tra il 20 ed il 23 maggio. Per questo, Rfi era stata sanzionata ma, proprio perché ha in corso la redazione del Piano di risanamento acustico, i cui tempi si sono allungati per cause non addebitabili alla società del gruppo Fs, il Comune alla fine ha preferito ritirare la sanzione, anche perché le barriere sono previste proprio in prossimità delle case dove abitano le persone infastidite dai rumori dei treni. Le barriere, compresa la basa in cemento armato, saranno alte circa dieci metri. L’argomento è stato discusso nell’ultima seduta della commissione Urbanistica.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn cinque anni abbattuti 17 mila cinghiali ma non basta: “Puntare sui cuccioli”
Articolo successivoMezzo secolo fa nasceva la “Sagra delle Castagne” a Garbagna