Dal presepe solidale al museo di Babbo Natale. La magia natalizia a Borghetto Borbera.

Le immagini e gli eventi della festa più magica dell'anno

0
627

Un presepe solidale e un museo di Babbo Natale e tanti eventi per tutto il periodo dell’avvento e anche oltre. Ad avvolgere Borghetto Borbera nella più calda atmosfera natalizia, hanno contribuito i suoi abitanti che hanno creato due istallazioni davvero magiche: un presepe collocato nella chiesa parrocchiale, dedicata a San Vittore e un museo di Babbo Natale in una casa privata, in uno dei vicoli più affascinanti del paese.

Il presepe, come racconta Alessandro Re, è un sua nostalgia che nasce dal desiderio di tramandare alla sua bimba le tradizioni che via si stanno perdendo, come il presepe appunto, punto fermo della sua tradizione ma, che i bambini non apprezzano come dovrebbero. Un sogno detto ad alta voce, che altri genitori hanno aiutato a realizzare. Poi il parroco, ha offerto di collocarlo in un angolo della chiesa dedicata al patrono, San Vittore.  Ci hanno impiegato due mesi e mezzo a terminarlo, usando quanto più possibile materiale naturale, sassi del torrente, tronchetti d’albero, muschio, quattro metri per due. Bellissimo. Ora è lì e tutti possono vederlo, a fianco c’è una cassettina per le offerte, ed è per questo motivo che si chiama “Presepe solidale”; tutti i soldi che i visitatori doneranno, saranno impiegati per acquistare materiale didattico per  due scuole: la scuola elementare di Borghetto e la scuola del lebbrosario Abu Zaabal.

Il presepe è proprio bello, ma chi arriva a Borghetto non può non visitare il Museo di Babbo Natale, 550 “Babbi”, provenienti dal mondo .

Anche in questo caso l’iniziativa è assolutamente privata, talmente privata che il Museo è allestito in un’abitazione. La casa di Valter Cecchini e Giovanna Clerici; lui ingegnere, lei amministratrice della casa editrice  Area Qualità.  E’ proprio Giovanna che racconta come lei e il marito abbiano deciso di aprire al pubblico la loro collezione. “Ogni anno nel periodo pre natalizio, liberavamo dagli scatoloni i Babbo Natale, che dislocavamo nei vari angoli della casa, oltre cinquecento pezzi, che poi erano naturalmente da riporre, così abbiamo pensato di trasformare una stanza della casa, che prima era la stanza del bigliardo, in un piccolo museo.

I Babbo Natale hanno varie provenienze, ogni pezzo ha una sua storia, alcuni li abbiano comprati, molti ci sono stati donati,  da tanti anni chiunque va a fare un viaggio ci porta un Babbo Natale, che arricchisce la collezione, collezione che ora abbiamo deciso di condividere con  tutti gli abitanti di Borghetto, per dare un segno di partecipazione al paese. Sono sessant’anni che vengo a Borghetto, prima  in vacanza, dove i miei bisnonni avevano una casa, anche mio marito ha radici qui in via Camminata, da due anni abbiamo deciso di trasferirci anche con l’attività. Borghetto è il nostro posto del cuore”.

Per visitare il museo è sufficiente andare sul sito internet Museo del Babbo Natale. Ma non è tutto, Giovanna e Valter, hanno organizzato una festa di Natale in strada, nel borgo antico di Borghetto domenica 23 dicembre;  dalle 17.30 alle 20, oltre al  brindisi accompagnato da assaggi gastronomici, ad ogni bimbo sarà donato un simpatico gadget e,  in quell’occasione si potrà visitare il Museo. “Tre o quattro persone per volta – sottolinea Giovanna – la stanza è piccola e non consente un maggior accesso di persone, ma soprattutto speriamo che il tempo sia clemente”

 

Non solo presepe e museo. Borghetto per queste festività ha in serbo eventi interessanti.

Il primo appuntamento è per lunedì 17 dicembre all’ auditorium  del Polo fieristico, dove alle 15.30 ci starà la recita di  Natale dei bimbi della scuola dell’infanzia, alla sera, alle 21, ad esibirsi sul palco saranno gli alunni della scuola primaria.  

Venerdì 21 dicembre  alle  21  la parrocchia di  San Vittore ospiterà il concerto natalizio eseguito dal Corpo Musicale “Andrea ed Ennio Mongiardini”.

Una fiaccolata è in programma per sabato 22 dicembre.  La partenza è alle  20.30 fiaccolata dal bocciodromo, fino a raggiungere il  Santuario della Madonna della Neve.

In un’atmosfera tanto natalizia, non poteva mancare il presepe vivente, la cui rappresentazione sarà lunedì 24 dicembre, vigilia di Natale, dalle 21.30 davanti alla chiesa di san Vittore.

Sarà invece la parrocchia Nostra Signora dell’Assunta ad ospitare alle ore 21 mercoledì 26 dicembre, giorno dedicato a Santo Stefano,  il concerto eseguito dalla Corale di Persi.