Denis Dappero, l’arte del riciclo “con gli scarti creo nuove opere”

0
3259
Denis Dappero ex barista dell'outlet, oggi creatore di oggetti d'arte
Denis Dappero ex barista dell'outlet, oggi creatore di oggetti d'arte

“La Bottega di Denis”, a Novi in via Verdi (di fronte alla pasticceria Pieve), è il primo negozio in città interamente dedicato al riciclo. Qui avviene la trasformazione di materiale di scarto in mobili artistici e accessori d’arte moderna.

Nella “bottega” tutto ha un senso compiuto, anche se proviene da scarti di magazzino, oggetti che nessuno vuol più utilizzare, anche quelli provenienti da mercatini.

Pallet, bottiglie di champagne, cassette della frutta, chitarre e tutto ciò che viene gettato, prende vita grazie alla creatività di Denis Dappero, giovane novese, ex dipendente dell’Outlet di Serravalle che ha trovato una propria dimensione inventandosi un’attività in proprio.

“Ho lavorato per 15 anni all’Outlet come barista – racconta Denis – ma 2 anni fa, un po’per scherzo, ho realizzato a casa un tavolo sfruttando bancali gettati via.  L’ho postato su Facebook e la cosa ha suscitato con mia sorpresa un enorme interesse. Ho continuato e ho cominciato a vedere due soldini. Sono stato affascinato da questa idea che ora mi coinvolge completamente. All’inizio di quest’anno ho deciso di abbandonare il lavoro di barista e ho voluto provare a fare un salto di qualità, se si può definire così. Ho aperto un laboratorio nel garage, con pochi materiali e pochi attrezzi da hobbista”-.

Nella “bottega”, arrivano chitarre in disuso che Denis trasforma in mensole oppure orologi. Ciò che viene buttato viene restituito sotto un’altra tipologia rispetto all’originaria.

“Pian piano mi sto specializzando in tavoli, panche e in tutto ciò che è possibile riciclare – prosegue Denis Dappero -. Faccio sedili da bar con pneumatici, oppure le gomme vecchie possono diventare sgabelli. I dischi in vinile si trasformano in orologi da muro o scaffali portalibri. Li taglio e li modello con il laser per non farli rompere. Le bottiglie diventano lampade dal sapore vintage. Dove mi rifornisco? Da tante parti. Le bottiglie me le portano ex colleghi baristi, Aver fatto questo lavoro all’Outlet per molti anni è servito a qualcosa. Gli pneumatici li prendo da “Gino gomme”. I prezzi? Dipende. Il materiale è a costo zero, ma c’è molta manodopera. Ad esempio ho appena ultimato un tavolo con bancali di scarto, ma la parte superiore è formata da conchiglie e piastrelle tagliate a mosaico. Questi mobili saranno esposti in una mostra. La “bottega” aprirà al pubblico entro un mese ma l’esposizione è già visibile”. Dietro il lavoro di Denis c’è anche l’apporto femminile di Simona Vetturello, il cui giudizio finale è sempre “insindacabile”-.