Incontro sul dialetto novese

0
1251

E’ fissato per questa sera giovedi 6 aprile alle 21 presso il Salone di Palazzo Pallavicini, il secondo appuntamento con “e…sa faismu duu parole…” da un’idea del Notaio Gianluigi Bailo.

Dopo il primo incontro “conoscitivo” avvenuto al Bar Carletto di via Girardengo, grazie alla disponibilità del Sindaco, il secondo appuntamento sarà ospitato nella ormai dismessa sede Comunale, a Palazzo Pallavicini, in via Giacometti.

Lo scopo di questi incontri, come ricordato dal notaio Gian Luigi Bailo ideatore e il dott. Enzo De Cicco promotore dell’evento tramite la seguitissima pagina di facebook “6 di Novi Ligure se…” nasce dall’esigenza di inventare qualcosa di nuovo per aiutare Novi a crescere ed a risentirsi Città unita, ritornando all’antico unico “seme” che da sempre ha tenuto unito i cittadini, facendoli sentire un tutt’uno con la loro città, facendoli sentire chiaramente identificabili in ogni dove, il dialetto.

Gli incontri avranno come comune denominatore conversazioni a  tema libero ed in amicizia tra chi il dialetto ancora  parla e chi vorrebbe migliorarlo o impararlo.

“E…sa faismu duu parole…” non è e non vuole essere una nuova associazione o un nuovo circolo culturale, come è stato detto ed illustrato nell’incontro di presentazione ma un mezzo per riunire tutti coloro che ancora amano questa Nostra Città e vogliono il bene della medesima, per ribadire che Novi c’è, vuole continuare ad esserci e vorrebbe continuare ad essere ricordata non solo perchè qui “u gh’èra Girardaingu e Cupi” o perchè “Svizzero??? no Novi”.

A proposito…uno degli argomenti della serata sarà proprio “CUPI”.

Appuntamento alle ore 21 nel Salone di Palazzo Pallavicini in via Giacometti, giovedi 6 aprile.