“Juta no limits”, il teatro che abbatte tutte le barriere esordisce con un’opera di Carver

In scena sabato 9 ottobre alle 21

0
72

Lo spettacolo “Sogno Americano Chapter1 #Ray” di Teatro del Simposio sarà l’anteprima del progetto “Juta no limits” che andrà in scena sabato 9 ottobre alle 21 al Teatro della Juta di Arquata Scrivia.

Si tratta di una sperimentazione che partirà a pieno regime con l’inizio della stagione 2021-2022 e che darà la possibilità alle persone con disabilità uditiva, visiva e intellettiva di vivere l’esperienza del teatro. Già da questo spettacolo però le persone ipovedenti e cieche potranno assistere all’evento grazie al tour tattile delle scenografie e all’audio descrizione dello spettacolo, che sarà disponibile anche per chi volesse provare l’esperienza pur potendo seguire l’evento in maniera tradizionale.

Sogno Americano, ispirato alle opere di Raymond Carver racconta di Claire e Stuart, di un fiume pieno di pesci e di un tranquillo fine settimana tra amici. Ray è una piéce costruita sulla teoria dell’omissione resa dialogo, gesto, respiro, incarnata dagli attori sulla scena. Un uomo ed una donna chiusi in un appartamento fanno i conti con sé stessi mentre fuori esplode l’America degli anni Sessanta e, qualcuno, disperato, invoca giustizia.

Il Teatro del Simposio dal 2012 ha al suo attivo più di 15 produzioni rappresentate sia a Milano che in territorio nazionale. Nel 2019 la compagnia vince il bando “Next” con “Sogno Americano Chapter 1 Ray” per la circuitazione nazionale di spettacoli di prosa, prodotti da giovani compagnie.

Il progetto“Juta no limits”, oltre l’Associazione Commedia Community coinvolge Abilitando, una Onlus che promuove e tutela i diritti delle persone con disabilità e di tutti i soggetti fragili e il Centro Diego Fabbri di Forlì, Onlus ideatrice del progetto Teatro No Limits che promuove l’accessibilità ai linguaggi artistici per persone con disabilità.

La rappresentazione si svolgerà seguendo le norme Anti-Covid19 previste dalla legge. E’ necessario il Green Pass per accedere allo spettacolo.

A causa dei posti limitati è consigliata la prenotazione via mail all’indirizzo [email protected]gmail.com o al numero di telefono 345-0604219

Lo spettacolo fa parte del progetto “Ri-generazioni Artistiche” organizzato dall’associazione culturale Commedia Community e dal collettivo Officine Gorilla e selezionato dal bando “Corto Circuito 2020” di Piemonte dal Vivo con il contributo di Fondazione CRT e Regione Piemonte. In collaborazione con la Pro Loco Arquatese e i comuni di Arquata Scrivia e Gavi.