La magia del Natale nei mercatini di Vigo e Vignole

….e le immagini del mercatino di Rocchetta

0
1211

Dopo il mercatino di Rocchetta, l’atmosfera natalizia in Val Borbera prosegue a Vigo con il mercatino di Natale organizzato dal Circolo Acli, venerdì 8 dicembre. Qui, dalle 10 del mattino e fino al tramonto, per le vie del suggestivo borgo saranno allestite le bancarelle dove si potranno acquistare oggetti di artigianato, addobbi natalizie ma anche prodotti locali. Si potrà gustare vin brulè, cioccolata calda e da mezzogiorno la “polentata”.

Domenica 10 dicembre l’appuntamento con il mercatino di Natale è a Vignole Borbera. Nel Palazzetto dello Sport, saranno allestiti i banchetti dove scovare l’oggetto originale da regalare ad amici e parenti per rispettare la tradizione della Festa più luminosa dell’anno, ma anche addobbi per colorare la festa più attesa.

Nello stand gastronomico organizzato dalla Pro loco, sarà servito il pranzo a base di polenta al sugo o al gorgonzola, nel pomeriggio tra una compera e l’altra ci sarà la possibilità di fare una golosa merenda con  panini, crepes, torte, cioccolata calda e vin brulè.

Di seguito le foto scattate dal nostro Massimo Sorlino, domenica scorsa al mercatino di Natale allestito a Palazzo Spinola di Rocchetta Ligure. Molti dei banchetti presenti hanno avuto un tema solidale, come gli oggetti venduti dall’Associazione Fabio Vita nel Mondo i cui proventi sono devoluti per beneficenza o quelli venduti dai Giovani Solidali con il Terzo Mondo di Vignole Borbera, l’associazione che raccoglie fondi da destinare alle Missioni dell’Africa Centrale e della Bolivia. Nell’Africa Centrale operano le suore salesiane, coordinate da suor Eleonora Fucini, originaria di Arquata Scrivia, mentre in Bolivia è un gruppo di  giovani laici cristiani a gestire la missione sotto la supervisione di Oscar Strazzi. Presenti anche i banchetti delle scuole di Rocchetta: materna, elementare e media. Gli alunni, insieme alle loro insegnanti hanno creato simpatici oggetti, il cui ricavato servirà per l’acquisto di materiale didattico. In occasione del mercatino sono rimasti aperti i musei della Resistenza e della Vita Sociale allestiti in modo permanente a Palazzo Spinola.