Le percussioni del grande De Piscopo per l’Aism

0
1448

Tullio De Piscopo e i Beggar’s Farm di Franco Taulino, per l’Aism (Associazione italiana sclerosi multipla).

Questa sera alle 21 grande evento al centro fieristico “Dolci terre di Novi” per il concerto del grande batterista napoletano, un vero mito della musica italiana, ospite del “Tributo storico ai Jethro Tull” che per l’occasione incontreranno il jazz e le molteplici derivazioni della musica di De Piscopo.

Non è un caso che Tullio De Piscopo si dedichi ad iniziative umanitarie. Nella sua carriera più volte ha prestato la sua arte in favore di enti ed associazioni. Certamente memore della sua grande esperienza di lotta contro il cancro. Come lui stesso ha raccontato a Silvia Toffanin alla trasmissione “Verissimo”, riuscì a sconfiggere un tumore al fegato “grazie alla musica e a Pino Daniele”.

Questa sera. Oltre a ricordare le finalità dell’evento, sarà un momento di grande musica. Un concerto che unifica la sacralità del jazz alla pimpante e istrionica vena del batterista partenopeo, in una sarabanda di percussioni dal sapore latino e africano, accompagnato dal flautista, cantante e fagottista Franco Taulino insieme alla sua storica band: Beggar’s Farm.

Sul palco, questa sera, Tullio De Piscopo sarà accompagnato da Franco Taulino (fiati e voce), Kenny Valle (tastiere), Daniele Piglione (basso), Brian Belloni (chitarra), Gianni Bernini (batteria), Paola Gemma ed Eliana Parodi (voci) e da Gianni Robotti (clarinetto).

Il costo dei biglietti è di 25 euro (numerato) e 18 euro (bambini sotto i 12 anni ingresso gratuito). L’evento recupera la data di inizio settembre a Basaluzzo, saltata per il maltempo. Pertanto i posti attuali, circa 600, sono inferitori alla capacità prevista per la prima data che era individuata tra i 1500 e i 2000 spettatori.