Spostare le utenze per rifare la piazza

0
247

Sono iniziati una settimana fa sotto la  neve  i lavori preliminari al rifacimento di piazza XX Settembre, che partiranno a primavera. La modifica delle condotte del gas e dell’acqua deve avvenire prima della messa in opera dei nuovi marciapiedi. Si parte dalla sostituzione dei tubi del metano, cominciando dal lato est del parcheggio, dall’ angolo di via Torino fino a metà piazza, per non stravolgere la viabilità su tutta la lunghezza con i divieti di sosta e gli spazi limitati. Si procederà per settori fino alla rotatoria, da qui il cantiere proseguirà nel tratto di via Cairoli fino a Piazza San Francesco. La piazza delle corriere, via Torino e Via Cairoli sono al centro del progetto di riqualificazione, che risponde alla necessità di rifare i marciapiedi e riordinare l’assetto dei parcheggi e al contempo promuove la valorizzazione del commercio tradizionale. Sarà finanziato dal Comune e dal contributo di 123 mila euro della Regione, che premia il piano di riordino funzionale di piazza XX Settembre e delle vie del commercio per rivitalizzare il centro storico come centro commerciale naturale. Il progetto costerà complessivamente 420 mila euro, a livello piemontese è ai primi posti della graduatoria perché il Comune ha saputo coinvolgere i negozianti. Se il 2018 è stato l’anno della rotatoria, il 2019 dopo decenni rinnoverà a Ovada le vie dello shopping e, per completare l’assetto e l’arredo urbano, il capolinea della Saamo sarà trasferito al parcheggio del cimitero, limitando i bus sulla piazza per il tempo e lo spazio necessari a mantenere le fermate.