A San Sebastiano Curone la 39^ Fiera Nazionale del Tartufo.

Domenica 20 e domenica 27 novembre.

0
180

Come tradizione vuole, a novembre torna a San Sebastiano Curone, la Fiera Nazionale del Tartufo. La manifestazione che compie 39 anni, è una vetrina importante sulla produzione di tartufi bianchi e neri delle Terre del Giarolo, tartufi di qualità sicuramente pari se non migliore di quelli di altre zone più “titolate” , permettendo alle nostre Valli di esaltare la loro immagine di Terra da tartufi, oltre che di eccellenti prodotti tipici tra cui i vini Timorasso e Barbera dei Colli Tortonesi, il Salame Nobile del Giarolo e il formaggio Montébore.

La Mostra Mercato di San Sebastiano Curone, una delle principali manifestazioni di settore a livello nazionale e internazionale si svolge in due giornate: domenica 20 e la domenica seguente, 27 novembre e comprende interessanti  appuntamenti, oltre alla vendita di tartufi e prodotti enogastronomici, presentati nei tantissimi stand dislocati nel centro storico del paese.

Il programma prevede: alle 9  di domenica 20 e 27 novembre, apertura della Mostra Mercato del Tartufo e del Mercato nazionale di prodotti Enogastronomici.

Alle 9.30 di domenica 20 novembre, in Piazza Roma, sarà allestito uno stand istituzionale del Consorzio di Tutela Vini Colli Tortonesi,  in rappresentanza degli oltre ottanta produttori della zona. I visitatori potranno degustare, informarsi e conoscere produttori e vini tra cui spiccano l’eccellente Barbera e il Derthona Timorasso, vini importanti che stanno facendo conoscere la zona in tutto il mondo. Presso lo stand sarà possibile avere anche informazioni sulle eccellenze gastronomiche dei produttori di Terre Derthona. Iniziativa realizzata in collaborazione con “Incontri DiVini”.

Nel corso dell’intera manifestazione, da mezzogiorno, si svolgerà l’iniziativa golosa “A tavola con il tartufo”, organizzata con gli albergatori, i ristoratori e gli agriturismi del territorio che proporranno menù tipici a base di tartufo.

Sempre alle 12, domenica 20 e 27, in Via Lungo Museglia, apertura della “Locanda del Tartufo”, piatti della tradizione piemontese realizzati dello chef  Chef Diego Bongiovanni, una vera e propria locanda “temporanea” con tavoli grandi e conviviali attorno ai quali incontrarsi e gustare i meravigliosi piatti dello chef preparati al momento.

Alle 15.30 di domenica 20 novembre, apertura della 35° Asta Nazionale del Tartufo Bianco d’Alba e Nero Pregiato.

Nella sola giornata di domenica 27 novembre alle 10 inizierà la gara cinofila di ricerca del tartufo bianco.

La cultura del territorio è presente nel corso della “Fiera” con “Pietro Leddi. Dipingere è un rischioso inizio”. La mostra comprende opere – già esposte nell’ambito del progetto “Nuove mostre al Museo Bodini. Tra Realismo Esistenziale e Nuova Figurazione”, prodotte da Piero Leddi nel periodo giovanile, culminato in due personali tenute a Tortona e a Brescia alla fine degli anni Cinquanta. Il confronto tra l’ambiente d’origine e la modernità urbana, l’esigenza di un linguaggio adatto a interpretare artisticamente le trasformazioni in atto emergono nei lavori esposti, dove si vedono animali e attrezzi agricoli ed elementi della città, automobili e interni di tram.
Archivio Piero Leddi / Casa del Principe (Piazza Solferino)
Orario apertura: 10:00 – 15:00

All’ Archivio Pittor Giani  in Piazza Roma dalle  10 alle – 13:00 e dalle 14 alle – 17,  in mostra “Anteprima Felice Giani 200”. Rivolta all’opera dell’artista sansebastianese, considerato tra i più importanti esponenti del neoclassicismo, l’esposizione comprende importanti disegni, stampe e documenti realizzati da Felice Giani e dalla sua cerchia.
L’Archivio Pittor Giani intende così dare inizio alle celebrazioni per i duecento anni dalla morte dell’artista organizzando una serie di rassegne di grande importanza che si terranno tra il 2023 e il 2024 e che culmineranno con una mostra dedicata organizzata in collaborazione con il Cooper Hewitt Design Museum di New York.

La visita guidata al paese è prevista per la sola giornata di domenica 20 novembre. Le guide accompagneranno i visitatori al castello, alla chiesa parrocchiale, agli oratori delle
confraternite e nei graziosi vicoli raccontano ancora, nei colori e nelle loro architetture, del tempo in cui i dominatori del paese si chiamavano Visconti, Doria, Fieschi e qui si sostava con i muli carichi di sale e di grano. La visita terminerà con i bei palazzi Liberty di Piazza Roma, gli archivi Pittor Giani e Piero Leddi, la Wunderkammer del territorio Tortonese dell’artista Piero Mega, che testimoniano il perdurare del prestigio di San Sebastiano Curone nei secoli.

​Per info e adesioni: Telefono / Whatsapp: 347.5894890 /349.5567762, www.calyxturismo.blogspot.it – [email protected]