Ex Dellepiane: i produttori del territorio per rilanciare l’area

Fra i firmatari del progetto proposto al Comune il vignaiolo Walter Massa e i titolari dell'azienda Elilù di Castelnuovo Scrivia. Ora la valutazione da parte del Comune.

0
1549
teatro Dellepiane
Il teatro Dellepiane

Tortona si mobilita per cercare di recuperare l’area ex Dellepiane, dove un tempo sorgeva il cotonificio omonimo e dove nel decennio scorso è stato costruito con soldi pubblici un maxi teatro mai utilizzato, costato ben 5 milioni di euro, ancora oggi sulle spalle della collettività con rate da 290 mila euro all’anno pagate dal Comune.

Pochi mesi fa l’amministrazione Bardone aveva pubblicato un avviso per raccogliere manifestazioni di interesse per la gestione il recupero dell’area, 23 mila metri quadri con edificio nuovi e altri in abbandono. Alla scadenza del 15 giugno c’erano tre proposte all’ufficio Protocollo del municipio: una firmata dal Derthona ginnastica, l’altra da una società sportiva che si occupa di pugilato e, infine, il progetto proposto da numerosi imprenditori del Tortonese, legato in particolare ai prodotti tipici locali. Fra i promotori, l’uomo che riscoperto il Timorasso, alias Walter Massa, e i titolari dell’azienda agricola Elilù di Castelnuovo Scrivia, oltre all’associazione di promozione Progetto Derthona. Per ora i dettagli del progetto non vengono resi noti dai promotori né dagli amministratori comunali, che hanno solo preso atto delle tre proposte in una recente seduta della giunta. Emerge solo che l’obiettivo è la valorizzazione dei prodotti locali in modo da legare la città al territorio circostante, all’insegna dei cibi ovviamente sani. Gli spazi del Dellepiane verrebbero utilizzati probabilmente per negozi e locali dedicati all’enogastronomia.

Da valutare come verrebbe coinvolto il teatro, il vero “buco nero” economico dell’area. Ora tocca ai tecnici del Comune esaminare le tre proposte, dopodiché si procederà alla gara a evidenza pubblica per l’assegnazione degli spazi dell’area.