Inizia dalle aree industriali e artigianali il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. Ogni attività produttiva, in base alle proprie esigenze, riceverà i bidoni per la raccolta delle frazioni di umido, carta, plastica e indifferenziata.

Da lunedì 3 febbraio ciascuna azienda dovrà esporre i nuovi contenitori dotati di dispositivo elettronico in strada, davanti al proprio civico, solo se pieni e solo nei giorni e orari di raccolta indicati nel calendario consegnato, ritirando il contenitore dopo lo svuotamento o comunque entro la giornata di raccolta. Da quel momento i contenitori stradali, ad eccezione della campana del vetro, verranno rimossi dagli operatori di Gestione Ambiente.

«È fondamentale iniziare con la nuova raccolta differenziata e la conseguente rimozione dei cassonetti dalla strada in queste aree industriali che da tempo subiscono il fenomeno della “migrazione del rifiuto” e da sempre sono soggette ad abbandoni proprio perché aree periferiche più isolate – dice il sindaco Federico Chiodi -. L’obiettivo è azzerare gli abbandoni e rendere anche queste zone più vivibili».

Da lunedì 20 gennaio sono iniziate le consegne dei kit di contenitori e del materiale informativo alle aziende e alle utenze domestiche che si trovano all’interno delle aree industriali di Tortona.

Giovedì 30 gennaio alle 18, nella sala Romita del municipio, si terrà l’incontro informativo con i cittadini interessati. Sarà presente Gestione Ambiente per approfondire i contenuti e il funzionamento del nuovo metodo.

Il manuale informativo sul nuovo sistema di raccolta differenziata e il calendario dei passaggi di raccolta possono anche essere visionati e/o scaricati dal sito di Gestione Ambiente nella sezione “materiale scaricabile/download”. Per qualsiasi informazione: Numero Verde gratuito: 800.085.312, sito: www.gestioneambiente.net.

Per le utenze private invece l’avvio è fissato all’inizio di aprile e il sistema adottato sarà misto: nel centro storico resterà la raccolta stradale con nuovi bidoni dotati di tessera magnetica che potranno essere usati solo dai residenti. I cassonetti per l’indifferenziata avranno una speciale calotta per misurare peso e volume del rifiuto. Nel quartiere Oasi ci saranno contenitori condominiali internalizzati e negli altri quartieri (Città Giardino e Paghisano) dove già si effettua la raccolta differenziata di umido e secco si proseguirà in questo modo, internalizzando anche plastica e carta. Per i condomini si valuterà caso per caso, mentre le frazioni l’avvio è previsto in una seconda fase.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiornata della memoria: le iniziative a Tortona
Articolo successivoLupo: “Recinzioni e risarcimenti anche per le piccole aziende agricole”.