La riorganizzazione dell’ospedale di Tortona disposta dall’Asl

0
489
ospedale di Tortona

L’Asl Al ha definito il piano di riorganizzazione e trasferimento dei pazienti dall’ospedale di Tortona.

«A seguito della decisione dell’Unità di crisi della Regione Piemonte di convertire il presidio ospedaliero di Tortona in Covid Hospital – spiega in una nota – Asl Al ha disposto una riorganizzazione dell’attività del presidio. A seguito aggravarsi dello scenario pandemico, l’Ospedale di Tortona è stato convertito in COVID Hospital. Ciò consente di creare 46 posti letto dedicati ai pazienti covid (ampliabili a 69), salvaguardando al contempo la sicurezza dei pazienti non covid.

Sono stati pertanto adottati i seguenti provvedimenti organizzativi: dalle 20 di domenica 1° novembre è chiuso il pronto soccorso dell’ospedale di Tortona. Gli utenti dell’area tortonese sono invitati a usufruire del pronto soccorso del San Giacomo di Novi Ligure. In caso di accesso tramite autoambulanza gli operatori del 118 valuteranno altri presidi sulla base dei tempi di percorrenza e della patologia riscontrata. Rimangono attivi: ambulatorio di Day Hospital, laboratorio analisi e microbiologia, immunoematologia e trasfusionale, farmacia, centro prelievi, centro dialisi, Day Hospital oncologico, Unità farmaci antiblastici, Radiologia e Tac, Breast Unit di Senologia (ambulatorio prima visita), cure palliative. E’ stato mantenuto operativo anche il servizio mensa.

Gli interventi previsti per la giornata di oggi, lunedì 2 novembre si svolgeranno regolarmente. Da martedì 3 novembre, tutti gli interventi e le attività ambulatoriali con ricetta U, ossia classificati come indifferibili e urgenti, saranno trasferiti sul presidio di Novi Ligure.

Tutti gli interventi e le attività ambulatoriali con ricetta B, prescrizioni da fornire in tempo breve, saranno riprogrammati sul presidio di Novi Ligure. Per entrambe le tipologie di prescrizioni sarà cura di ASL AL contattare gli utenti e comunicare le variazioni occorse. Tutti gli interventi e le attività ambulatoriali con ricetta D, differibile, e P, programmabile, sono attualmente sospesi.

Le persone attualmente ricoverate saranno ridistribuite nei presidi della provincia con questo criterio: le specialità chirurgiche saranno trasferite all’Ospedale di Novi Ligure, comprese quelle ortopediche; le specialità internistiche saranno invece distribuite tra tutti gli altri presidi della provincia: Novi Ligure, Casale Monferrato, Ovada e Alessandria. 

Il trasferimento dei pazienti sarà ultimato nella giornata di oggi, lunedì 2 novembre».