L’Alessandria cala il tris e vince, il Calcio Derthona salva l’onore

0
1338

Facile e prevedibile vittoria dell’Alessandria nell’amichevole infrasettimanale con il Calcio Derthona per 3-0, ma gli avversari dimostrano di essere tutt’altro che uno sparring partner e reggono bene l’urto contro i ben più quotati giocatori a disposizione di mister Stellini.

Un’Alessandria a due facce, con il cambio integrale degli undici in campo tutti in un colpo a circa mezz’ora dalla fine della gara, che ha onorato l’impegno fino in fondo mostrando spesso sprazzi di buon gioco; nel primo tempo ad indirizzare la gara sui binari giusti ci pensa subito Fischnaller: una doppietta, al 12′ con un tiro da fuori area che si infila giusto giusto nel “sette” di sinistra ed al 34′ con un facile tap-in di piatto dopo una parata di Murriero, che di fatto chiude la gara perchè se è vero che poco prima della prima rete la palla migliore l’aveva avuta proprio il Calcio Derthona con Farina servito da un cross di Mazzocca che girava però debolmente fra le braccia di Pop, è altrettanto indiscutibile che per tutti i novanta minuti ad avere il pallino del gioco in mano è stata l’Alessandria.

Proprio i portieri però sono stati l’ultimo ostacolo fra i grigi ed il terzo gol, arrivato a pochi minuti dalla fine con un intelligente tocco di Cazzola su un cross dalla sinistra che ha beffato Paioli bravissimo a riscattarsi poco dopo chiudendo lo specchio della porta a Marconi in recupero sul palo lontano, ma già in precedenza Murriero aveva ipnotizzato in un paio di occasioni Gonzalez solo a tu per tu con l’estremo difensore tortonese e si era superato quando Marras dopo molti cross aveva cercato la conclusione personale sul primo palo deviando sulla traversa il tiro del folletto alessandrino.

A fine gara c’è tempo anche per presentare il nuovo acquisto dei grigi, il centrocampista Alessandro Gazzi che nel finale di partita con Cazzola forma una coppia in mediana di lusso per la categoria: nel suo passato tanta serie A a Bari – dove curiosamente è stato compagno di squadra del suo attuale allenatore -, Siena, quattro anni a Torino e l’ultima, sfortunata, stagione al Palermo dal quale nonostante un contratto biennale ha scelto di svincolarsi a metà luglio per poter ripartire.

“Devo recuperare il ritardo di preparazione rispetto ai miei compagni – le sue prime parole ufficiali in grigio nella conferenza stampa post-partita – perchè spero di arrivare presto in condizione e poter così essere a disposizione del mister e della squadra. Ricomincio dalla serie C (dove ha giocato solo un anno ad inizio carriera) seguendo la spinta di un contatto nato poco più di una settimana fa: i colloqui con la dirigenza mi hanno fatto capire che qui ad Alessandria c’è un progetto che va oltre le aspettative dei tifosi per la promozione e questo mi spinge a dare il massimo impegno possibile per mettermi alla pari con i miei compagni al più presto. Non importa la categoria nella quale si gioca e sotto certi aspetti non è nemmeno importante il modulo o la tecnica individuale: l’importante è giocare e farlo al meglio.”

In casa Calcio Derthona regna il giusto ottimismo per una prestazione comunque gagliarda dove molti giovani hanno potuto mettersi in mostra: da Echimov ad Aprile passando per Anibri, Artioli, Mutti tutti hanno mostrato grande impegno e questo nell’ottica di un possibile ripescaggio in serie D è un buon segnale perchè nel massimo campionato dilettantistico l’obbligo relativo agli under coinvolge ben quattro giocatori. Proprio oggi è attesa la comunicazione ufficiale della LND relativa ai nuovi ripescaggi per riempire le carenze d’organico dopo che la Serie C avrà completato i propri gironi: il Calcio Derthona è il primo in graduatoria e le possibilità del salto nella quarta serie crescono di ora in ora.

Il DS dell’Alessandria Sensibile, mister Visca e il DS del Calcio Derthona Musumeci a fine gara