L’ospedale riapre all’attività ordinaria: si torna alla normalità

0
93
ospedale di Tortona

La Regione ha dichiarato ufficialmente terminata la seconda esperienza come Covid Hospital a Tortona. E’ arrivata la nota del Dipartimento interaziendale malattie ed emergenze infettive della Regione, il Dirmei, che comunica la variazione dell’assetto dell’ospedale cittadino, dando il via alla riconversione della struttura che non sarà più dedicato alla cura esclusiva dei malati Covid.

Se da un lato infatti l’andamento della pandemia presenta rilevanti segnali di miglioramento, sia per quanto riguarda il rapporto positivi/tamponi, sia il numero di pazienti ricoverati in degenza ordinaria e in terapia intensiva, dall’altro è sempre più necessario aumentare l’offerta di servizi sanitari ai pazienti con patologie diverse dal Covid. Tutto questo, secondo il Dirmei, «permette di considerare l’opportunità di riaprire progressivamente il presidio ospedaliero di Tortona ai pazienti con patologia non Covid», quindi tutti gli altri reparti: Pronto soccorso, Chirurgia, Ortopedia, Medicina, ecc., garantendo una separazione dei percorsi Covid e no-Covid.

Per la struttura inoltre sono previsti investimenti per circa 10 milioni di euro, in particolare sulla robotica nella chirurgia e nell’ortopedia, nei quali rientrano i 3,5 milioni della Riabilitazione già prevista da tempo. La Regione dunque comincia a mettere qualche tassello sul potenziamento dell’ospedale di Tortona, in attesa dello studio integrativo della Bocconi che analizzerà a fondo i bisogni di salute dei tortonesi.

In ospedale ieri, lunedì 31 maggio, erano ricoverati 17 pazienti dei quali 5 in terapia intensiva, mentre i restanti 12 sono sottoposti a cure di media intensità. L’ospedale è praticamente vuoto: il numero massimo di posti letto Covid infatti è 128.