Un avviso che illumina contro le truffe

0
1030
Il pannello informativo a Predosa

PREDOSA. “Attenzione non ci sono raccolte fondi per la Croce Rossa di Predosa”, è l’avviso inserito qualche giorno fa sui pannelli luminosi del Comune di Predosa per invitare gli abitanti a non aprire la porta agli sconosciuti, che chiedono soldi a favore dell’associazione.

Nei giorni scorsi alla frazione Castelferro due persone hanno suonato alla porta di un’anziana, spacciandosi per volontari della Croce Rossa. La donna si è rivolta al vicino di casa, che è un milite della sezione ed ha telefonato alla sede della Cri per verificare. A quel punto è scattato l’allerta e l’amministrazione Comunale ha diffuso il messaggio sui tabelloni informativi, installati a Predosa e nelle frazioni, sensibilizzando contro il rischio di truffe. Nei paesi dell’Ovadese si sta verificando una nuova ondata di visite. Oltre ai sedicenti vigili e tecnici dell’Enel, tornano i controllori dell’acqua, che l’anno scorso hanno esordito a Predosa e Castelletto d’Orba e nell’ultimo periodo sono ricomparsi, in particolare a Rocca Grimalda.

La tecnica è sempre la stessa, chiedono di misurare l’inquinamento e intanto spruzzano nell’aria sostanze che confondono. Fanno finta di rilevare mercurio e con la scusa che può deteriorare denaro e preziosi, i ladri chiedono ai malcapitati di raccogliere soldi e gioielli e di riporli nel frigorifero, o direttmente  in una borsa con la quale fuggono via.