Fermato dalla polstrada un milanese per trasporto abusivo di un’imbarcazione

0
1038

Gli è costato ben 5.000 euro il trasporto abusivo della sua imbarcazione. Probabilmente se solo avesse immaginato, quanto avrebbe dovuto sborsare, avrebbe incaricato un trasportatore autorizzato.

E’ accaduto ieri sera a D.M. un milanese, trentatreenne che con il fuoristrada di proprietà di un amico che glielo aveva prestato, impropriamente ha agganciato il carrello con sopra il suo motoscafo e si è dirietto verso la Liguria. Pensava già di trascorrere piacevoli giornate marinare, ma il “furbetto del motoscafo” è stato fermato sull’A/26 dei trafori, nel territorio di Tagliolo Monferrato dalla polizia stradale. L’uomo non era in possesso della patente “E”  necessaria per  guidare un’auto con rimorchio dal peso superiore a 35 quintali.

La sanzione secondo il codice della strada, prevede in questo caso l’illecito di “guida senza patente”, oltre alla multa di 5mila euro e naturalmente il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi. E’ possibile che l’amico, non gli presterà più un’auto, che oltretutto non può neppure dire: mal comune….”, infatti il fermo non contempla il sequestro del motoscafo, che è stato trasbordato su un altro mezzo e portato sano e  salvo a destinazione da una persona in possesso dei requisiti previsti.

La polstrada ricorda che la legge recentemente modificata prevede che sia necessaria la patente E anche per il trasporto di attrezzature turistico sportive, fino a poco tempo fa non necessaria.