Musica&Cultura a San Sebastiano con il concerto di Maria Grazia Amoruso

Nella parrocchiale si monta l'organo costruito dal Maestro Questa negli anni Sessanta, tutto in legno e completamente meccanico

0
557

Dopo il concerto dell’ Ensemble Perosi di domenica 24 giugno, il Festival MUSICA&CULTURA 2018 a San Sebastiano Curone, palcoscenico per i giovani musicisti, prosegue con altre cinque serate di musica, cultura e arte.

Pentabrass 2 - Artisti del Teatro Regio di Torino
I Pentabrass

Lunedì 25 giugno, i Pentabrass, i cinque primi ottoni del Regio di Torino, si esibiranno in un concerto per fiati nella piazza dell’Oratorio dell’Assunta con trasposizioni musicali dell’Aida di Verdi, della Carmen di Bizet, insieme alle Nozze di Figaro di Mozart, arrivando fino a George Gershwin.

Sono: Ivano Buat  (tromba),  Marco Rigoletti  (tromba),  Ugo Favaro  (corno),  Vincent Lepape (trombone) e  Rudy Colusso (tuba).

Martedì 26, invece, appuntamento alle 21 con Maria Grazia Amoruso, organista e pianista che si è distinta in concorsi nazionali ed internazionali.

Una serata che si caratterizza anche per l’unicità dello strumento che verrà suonato nella chiesa parrocchiale. L’ organo, costruito negli anni Sessanta dello scorso secolo da Giorgio Questa, è uno strumento singolare. Tutto in legno e completamente meccanico, rappresenta un “unicum” mondiale. Si monta e si smonta in poche ore ed è facilmente trasportabile e, nonostante le piccole dimensioni, la sua struttura fonica è quella di un comune organo italiano del ‘500.

Alla scomparsa del Maestro, con cui Maria Grazia Amoruso ha studiato organo, analisi e interpretazione musicale, la musicista ha restaurato l’organo ligneo portativo lasciatole in eredità, con l’obiettivo di perpetuare la tradizione artistica.

Martedì l’organo, che ha già calcato prestigiosi palchi in Italia e in Europa e che si prepara per attraversare l’Oceano e arrivare anche in America, sarà montato nella chiesa parrocchiale di San Sebastiano Curone per regalare al pubblico un’esperienza imperdibile.

Maria Grazia Amoruso, con all’attivo un ampio repertorio, interpreterà le musiche del ‘500 e del ‘600 composte dai grandi Maestri dell’epoca.

Il concerto, ad ingresso gratuito, inizia alle 21.MUSICA&CULTURA

Mercoledì 27 giugno, il primo degli eventi promossi dal Perosi Festival 2018, dedicato al sacerdote compositore tortonese Lorenzo Perosi. Giorgio Vercillo e Maurizio Cadossi, due docenti del Conservatorio Vivaldi di Alessandria, saranno protagonisti di un concerto per violino e pianoforte con un interessante repertorio che prevede anche l’esecuzione di alcuni brani composti dal Maestro tortonese.

La serata del 28 giugno rientra nel più ampio progetto “I borghi della musica”, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, dal Conservatorio di Alessandria e dal quotidiano La Stampa, con lo scopo di far conoscere e valorizzare il territorio e i giovani talenti che lo abitano. Saranno tre studenti del Conservatorio alessandrino ad offrire al pubblico un’esibizione unica ed emozionante.

Chiude la settimana, sabato 30 giugno, un altro talento emergente del territorio: il giovane pianista tortonese Diego Lombardi con il recital pianistico promosso dal Perosi Festival.

Fino alla fine della settimana, inoltre, sarà possibile visitare  l’Archivio Piero Leddi, il geniale pittore di fama internazionale, e l’Archivio Pittor Giani, oltre che cenare nei locali e nei bar di uno dei borghi più caratteristici della Val Curone.

MUSICA&CULTURA 2018 è organizzata dalla Parrocchia di San Sebastiano Curone, con il patrocinio del Comune, dell’Archivio Piero Leddi e dell’Archivio Pittor Giani.

Info: www.lorenzoperosi.net