Benedicta: 79°anniversario dell’eccidio, Sergio Cofferati sarà l’oratore ufficiale

Domenica 16 aprile dalle 9.30

0
608
I ruderi della Benedicta.

Il 7 aprile del 1944 era domenica. Una domenica particolare; era la domenica di Pasqua. Un giorno di serenità e di pace che si trasformò in una tragedia di enormi proporzioni.

All’alba di quella giornata di inizio primavera, nel tentativo di  stroncare la Resistenza, i nazisti e i fascisti fecero un imponente rastrellamento nella zona intorno al monte TobbioQui sorgeva, la Benedicta, un ex monastero medioevale utilizzato come cascinale dove i partigiani vi avevano posto il loro comando. Ci fu uno scontro durissimo: molti partigiani morirono in combattimento, 147 partigiani furono fucilati, altri fatti prigionieri, poi fucilati.

Il giorno successivo alla strage della Benedicta proseguì a Voltaggio la catena di orrore perpetrata dai nazifascisti, quel giorno, furono otto i partigiani uccisi e altri seguirono la stessa sorte l’11 aprile.

Tra loro Emilio Casalini “Cini”, insegnate elementare, comandante partigiano del Quinto Distaccamento della Terza Brigata Garibaldi-Liguria, autore del testo “Siamo i ribelli della montagna”, musicata da Angelo Rossi, nome di battaglia “Lanfranco”, studente di musica. Quella canzone è diventata la colonna sonora di quella tragedia.

Un raduno alla Benedicta per ricordare l’eccidio del 1944.

La strage non finì e altri partigiani furono fucilati il 19 maggio al passo del Turchino e, 400 furono deportati nei campi di concentramento, la cascina fu fatta saltare in aria dai nazifascisti.

Per ricordare quel  tragico evento nei pressi dei ruderi di quel che resta dell’edificio simbolo della Resistenza dell’Appennino Ligure-Piemontese è stato eretto un Sacrario e ogni anno tante persone si riuniscono.

Anche quest’anno,  l’Associazione Memoria della Benedicta ha organizzato la celebrazione che si svolerà domenica 16 aprile.

Ecco in dettaglio la giornata:

ore 9.30 Ritrovo al Sacrario, dove ci sarà la deposizione delle corone. Si formerà quidi il corteo fino cortile della Benedicta

ore 10.00 Santa Messa celebrata da Mons.Testore vescovo di Acqui

Seguiranno i saluti delle istituzioni presenti e, al termine ci sarnno gli interventi del presidente associazione, Daniele Borioli e  del presidente dell’ Anpi provinciale di Genova,  Massimo Bisca.

ore 11.30 Orazione ufficiale affidata a Sergio Cofferati

Dalle 16 sarà possibile percorrere il sentiero della pace guidati da un guardiaparco

ore 17.30 Spettacolo teatrale: “Donne resistenti presso il Teatro nella Natura dell’Ecomuseo di Cascina Moglioni (Capanne di Marcarolo – Bosio AL) a cura del Laboratorio Sociale di Comunità tenuto dalla Compagnia Teatrale Stregatti di Alessandria

La manifestazione si svolgerà in collaborazione con Regione Piemonte, Rete degli Ecomusei del Piemonte, Fondazione Piemonte dal Vivo e Fondazione Abbonamento Musei

Info e prenotazioni 011.4320190 – [email protected]

Immagini di repertorio. Foto di Massimo Sorlino