Tre vini si racconteranno domani sera, giovedì, all’Enoteca Regionale di Ovada in una degustazione che metterà a confronto il Gavi Docg, l’Ovada Docg e il Dolcetto di Ovada Doc. “Gavi&Ovada – Tre vini, due vitigni, un territorio” è il titolo dell’evento dedicato alle tre denominazioni piemontesi più vicine al mare e organizzato dai tre rispettivi consorzi di tutela. A coordinare l’evento, anche i sommelier dall’Ais (Associazione italiana sommelier), che allestiranno un banco di assaggio con i tre vini. “E’ proprio la posizione geografica e quindi il clima – spiegano dal Consorzio tutela del Gavi -, con forti escursioni termiche, il terreno, che si alterna calcareo e argilloso e la storia che condividono, ad aver reso questa terra di Piemonte un luogo ricco di fascino e seduzione, in cui l’eccellenza enologica del Gavi e dell’Ovada si lega ad un patrimonio turistico e gastronomico mai abbastanza conosciuto”.

I vigneti del Gavi

“Da una parte il Gavi, Cortese 100%, – continuano dal consorzio gaviese – il vino delle corti genovesi, che attraverso le grandi famiglie di armatori, Doria, Adorno, Grimaldi, partiva già nel 18° secolo da Genova alla conquista dei mercati internazionali. Oggi il Gavi Docg esporta quasi l’85% delle sue bottiglie prodotte (in totale sono 13.000.000) in oltre 70 paesi nel mondo. Dall’altra il Dolcetto, un vitigno già coltivato intorno al 1200 che in queste colline trovava l’habitat migliore per esaltare le sue caratteristiche e ben si sposava con le carni, gli agnolotti, i funghi diventando così la prima Doc di Dolcetto in Piemonte e il vino più tipico e tradizionale di questa zona, a cui rimane legato per consumi e diffusione”. Nell’Enoteca ovadese, quindi, appuntamento per sommelier e amanti del vino ma solo su prenotazione. Per informazioni telefonare a La Pignatta in Enoteca, 334-8180666, 0143-1433830.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBanca del tempo, tante idee e nuovi corsi per tutti
Articolo successivoIn liquidazione la società della Cantina di Lerma