Musica, letteratura e teatro, tre appuntamenti culturali tra Arquata e Serravalle e la Fiera di San Martino

0
197
Fiera San Martino Foto Uras

Il Comune di Arquata Scrivia in collaborazione con Unitre,  propone per questa sera, venerdì 8 novembre alle 21, nell’Area Incontri della Biblioteca Civica “Gaetano Poggi“, la presentazione del libro del libro di Paolo MazzarelloL’inferno sulla vetta”, racconto di una drammatica avventura in montagna fra scienza, politica e natura. A parlarne, insieme all’autore, sarà la professoressa Silvana Montecucco. Protagonisti del libro i giovani fratelli Raffaello e Alfonso, figli del famoso anatomista Giovanni Zoja, che ha aiutato Cesare Lombroso a sviluppare le sue indagini di antropologia criminale. Nell’ateneo di Pavia, dove insegna il padre, i due sono avviati a promettenti carriere universitarie. La notte fra il 24 e il 25 settembre 1896 intraprendono la scalata del monte Gridone, nei pressi del Lago Maggiore, in compagnia dell’alpinista Filippo De Filippi. Tutto bene fin verso mezzogiorno, quando il tempo cambia bruscamente e si scatena una tormenta di neve che costringe i tre a rientrare. Ma i due fratelli non torneranno a casa. Partendo da questa vicenda tragica, Mazzarello ripercorre un tratto di storia dell’Università di Pavia che grazie ai contributi di Spallanzani, Volta e Golgi acquisisce prestigio internazionale e ci restituisce un un quadro dell’ambiente accademico, attraversato nel corso dell’Ottocento da animate discussioni sulle grandi questioni del tempo (il darwinismo, l’anticlericalismo, il positivismo, il socialismo…). In questo contesto i due fratelli Zoja si muovono da protagonisti, finché il destino all’improvviso non rimescola quelle carte di cui la filosofia del tempo credeva di aver svelato tutti i trucchi.

Federica Sassaroli

Sempre ad Arquata Scrivia, sabato 9 novembre, alle 21 al Teatro della Juta, nuovo appuntamento  con “Superhuman”, la stagione teatrale 2019-20 dell’Associazione Commedia Community, in collaborazione con il collettivo teatrale Officine Gorilla e con il patrocinio deil Comuni di Arquata Scrivia e Gavi. In scena Federica Sassaroli con il suo monologo “Lei non sa chi sono io”, la storia, irriverente e poetica, di come affrontare le situazioni difficili tramite l’accettazione di sé. Un viaggio attraverso il variopinto mondo delle guarigioni, da quella classica a quella alternativa, da quella inutile e tediosa a quella funzionale in proporzione diretta agli zeri dell’assegno. Tutto quello che ci accade nella vita avviene per un motivo preciso. E non è la sfiga. Forse. L’autrice e attrice racconta così la riflessione da cui è nato il suo spettacolo: «Malata? Ecco la conferma della mia motivata ipocondria. Allora avevo ragione ad annaffiare ogni giorno il mio orticello della paranoia! E adesso che faccio? Chiamo tutte le mie amiche e mi lamento, finalmente, di quanto sto peggio di loro? Pianifico un coast to coast di tutti gli specialisti del mio caso? Mi mummifico sul divano davanti alla tv, in attesa che il dottor Oz mi parli dell’ultima cura miracolosa? Vado in edicola e acquisto la gazzetta con in allegato i dvd con gli esercizi per la guarigione passo a passo? Oppure mi compatisco e mi faccio compatire dal resto del mondo? Forse, c’è un’altra strada. E se fosse il mio corpo a volermi parlare?»

Per info e prenotazioni: 345.060.4219 o [email protected]

Orchestra Classica di Alessandria

In occasione della tradizionale Fiera di San Martino a Serravalle Scrivia , sabato 9 novembre alle 21, tradizionale prologo in musica, che quest’anno ospiterà  i cameristi dell’Orchestra Classica di Alessandria  che eseguiranno “Sospiri di Note”, il concerto organizzato nell’ambito della rassegna cameristico-sinfonica, “Orchestra in provincia”. In programma musiche di: G Gabrieli, Haendel, J.S.Bach, Pietro Mascagni, A.F. Lavagnino, Ennio Morricone, eseguite da Nicola Tapella, oboe; Massimo Barbierato e Roberto Piga, violini; Alessandro Buccini, viola; Luciano Girardengo, violoncello; Michela Gatti, contrabbasso; Letizia Poltini, pianoforte.

Domenica 10 novembre, Serravalle Scrivia celebra la tradizionale fiera in onore del Santo Patrono San Martino; musica, enogastronomia, solidarietà e tante bancarelle.  In Via Berthoud, mercato ambulante di merci varie, con gli stand  di artigianato e prodotti enogastronomici tipici che propongono sapori e colori dell’autunno. Animazione e intrattenimento per bambini con “Il bosco incantato” a cura di “Pazzanimazione“. I negozi rimarranno aperti tutto il fine settimana di festa, per il consueto “Shopping in festa”. Ritorna anche l’appuntamento domenicale con i sapori della festa, con le frittelle e le caldarroste preparate dai volontari della C.R.I. di Serravalle ed il piacere di stare insieme a tavola, con le specialità (polenta, funghi e salsiccia) dello stand gastronomico cucinate dai cuochi della pro loco. In Piazza Coppi, troverà spazio il divertimento dei piccoli e dei ragazzi con l’immancabile Luna Park.