Sventato furto all’oleodotto Eni

Grazie all'intervento delle guardie giurate incaricate della vigilanza

0
1081

Grazie all’intervento dei vigilantes, è stato sventato un nuovo tentativo di furto di benzina dall’oleodotto Sannazzaro – Fegino,nella notte tra lunedì 13 e martedì 14 febbraio. Durante i controlli nella zona nord della città, le guardie giurate incaricate da Eni della vigilanza sulla tratta che attraversa il territorio comunale di Tortona hanno notato un grosso fuoristrada utilizzato dai ladri per trasportare l’attrezzatura utile per scavare nel terreno, forare il tubo e prelevare la benzina. Fortunatamente i malviventi, scoperti in fase di scavo, non hanno avuto il tempo per raggiungere la tubatura e nel darsi alla fuga a bordo della jeep, hanno rischiato di investire una guardia giurata. Sono stati avvisati i carabinieri di Tortona, che ora indagano per individuare i responsabili. «Non bisogna allentare assolutamente i controlli – dice l’assessore all’Ambiente, Davide Fara -, perché purtroppo resta sempre alto il rischio che si verifichino tentativi criminosi ai danni del nostro territorio. Mi complimento con la vigilanza di Eni per l’importante intervento compiuto e auspico che con la collaborazione di tutte le forze dell’ordine si possa risalire ai responsabili». Sono stati cinque i furti di benzina dall’oleodotto Eni messi a segno nel territorio tortonese tra il giugno 2015 e marzo dello scorso anno, danneggiando le tubazioni e provocando la fuoriuscita degli idrocarburi che si sono diffusi nel terreno. Per due di questi, i più gravi, sono ancora in corso i procedimenti di bonifica.